Contesti Educativi: La Scuola e La Famiglia

L’applicazione del modello strategico integrato di riferimento ai contesti educativi, quali la scuola e la famiglia, insieme alla sua competenza, formazione ed esperienza decennale permettono alla d.ssa Pasqualina Nappo di intervenire in

  • caso di difficoltà del ciclo di vita
  • problematiche che si manifestano in tali contesti

proponendo

  • Progetti, consulenze e formazione in ambito scolastico rivolti a alunni, genitori e personale scolastico
  • Consulenze di sostegno genitoriale (Parent Training) individuale e di gruppo

Per altre problematiche, come disturbi del neurosviluppo, ho una rete di professionisti con cui collaboro che svolgono attività in presenza presso il mio studio, attività esterna o che collaborano ai progetti che propongo.

Analizzo i bisogni e co-costruisco l’intervento
e le strategie utili, credo nella relazione e nelle risorse di ogni singolo utente
per creare nuove narrazioni, modi di percepire e reagire,
utili a risolvere difficoltà e problematiche
in tempi brevi.

@DOTTORESSAPASQUALINANAPPO

La d.ssa Nappo, sin dal 2012, collabora con le Scuole del territorio ideando e/o conducendo Sportelli d’Ascolto, Progetti per la prevenzione del disagio e la promozione del benessere; Incontri Formativi per Docenti, Gruppi per il sostegno alla genitorialità . Tra le varie attività svolte:

Presso l’Istituto Secondario Superiore I.T.C.G.-L.S. “Leonardo Da Vinci”, in Poggiomarino (Na) è stato realizzato un focous Group sul Bullismo, rivolto ad alcune classi dell’Istituto;

Presso l’Asilo nido “Il Ciuffettino” di San Sebastiano al Vesuvio (Na) la d.ssa Nappo ha condotto il progetto educata-mente, un progetto che prevedeva la partecipazione di bambini dai venti ai trentasei mesi in attività laboratoriali (laboratorio di manipolazione, favola e teatro, musicale, psicomotricità, inglese)

Presso la “Scuola del Bambino” di San Giuseppe Vesuviano (Na) è stato ideato e condotto, un Laboratorio Musico-emotivo, destinato a bambini dai 2 ai 5 anni con lo scopo di sostenerli nello sviluppo della loro competenza emotiva attraverso lo strumento musica, e uno sportello psicologico rivolto ai genitori per supportarli nel loro ruolo educativo;

Presso la Scuola Secondaria di Primo Grado “Ammendola-De Amicis” intervento informativo per gli alunni sugli aspetti nutrizionali e psicologici del Sovrappeso e dell’Obesità in occasione dell’ObesityDay in collaborazione con il Dr. Giovanni Cortile, nutrizionista e dietista.

Da 7 anni sono Coordinatrice Psicopedagogica de “L’Isola che non c’è”, Nido e Scuola d’Infanzia di Poggiomarino. A L’Isola che non c’è, negli anni, ho anche proposto differenti progetti che avevano lo scopo di supportare lo sviluppo di molteplici competenze dei bambini e lavorare su alcuni costrutti psicologici (competenze emotive, cognitive, relazionali, intelligenza multipla, autostima, et.) nonchè sportelli d’ascolto per supportare genitori ed educatrici nel loro ruolo educativo. Rivolti a queste ultime, inoltre, mensilmente, da 5 anni, propongo incontri formativi.

Recentemente ho vinto un bando per il reclutamento di uno psicologo scolastico promosso dall’Istituto Comprensivo Giampaglia di Ercolano – sulla scorta del protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Istruzione e il CNOP per rispondere all’impatto psicologico della pandemia – presentando il progetto “Diamoci una mano”, un progetto di intervento di supporto psicologico rivolto a studenti, docenti e genitori per rispondere, appunto, a traumi e disagi derivanti dall’emergenza covid 19 e per prevenire l’insorgenza di forme di disagio e/o malessere. Gli interventi inseriti nel progetto sono sportello d’ascolto per alunni, genitori e docenti; incontri formativi con docenti, attività di individuazione e prevenzione dello stress lavoro-correlato, incontri di supporto genitoriale; attività con il gruppo classe.

Da due anni, sempre come vincitrice di bando, svolgo le stesse attività come psicologo scolastico di cui sopra, presso l’Istituto Comprensivo (infanzia, primaria e medie) Don Gino Ceschelli di San Giuseppe Vesuviano.

Esempi di interventi ad oggi proposti dalla d.ssa Pasqualina Nappo nell’ambito della Psicologia Scolastica sono i seguenti e possono essere attivati nelle Scuole Pubbliche e Private di ogni ordine e grado:

SPORTELLO D’ASCOLTO

Si tratta di uno spazio all’interno della scuola in orario scolastico o extrascolastico in cui lo psicologo fornisce
sostegno psicologico a una o più categorie fra cui: studenti, genitori, docenti, dirigenti, lavoratori che operano nell’ambito scolastico (personale ATA e educativo), garantendo uno spazio di accoglienza e di ascolto per i loro problemi o difficoltà.

FORMAZIONE E SUPERVISIONE AI DOCENTI

Incontri formativi per docenti al fine di aumentare le loro conoscenze relative agli aspetti psicologici dello sviluppo di bambini e ragazzi e alle difficoltà che possono emergere, aumentare le loro competenze nella gestione degli stessi, favorire e facilitare relazioni e comunicazioni coi ragazzi, sostenendo le capacità di ascolto e la gestione delle emozioni, promuovere e valorizzare il ruolo dell’insegnante, supportare il benessere del gruppo docenti e valutare e prevenire stress lavoro correlato.

INCONTRI CON GENITORI

Incontri informativi tematici (es. i capricci dei bambini, crisi adolescenziali, bambini/ragazzi e social, etc.) di supporto e promozione delle competenze genitoriali, offrendo contesti di confronto e riflessione tra i genitori circa il ruolo educativo che sono chiamati a svolgere nei confronti dei figli.

INTERVENTO DI PREVENZIONE DEL DISAGIO E PROMOZIONE DEL BENESSERE

Incontri tematici o progetti più complessi per prevenire diverse forme di disagio e promuovere il benessere intervenendo sugli aspetti emotivo-affettivi, cognitivi, comportamentali, relazionali-sociali (es. incontri o progetti per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo, sui disturbi del comportamento alimentare, inerenti i disturbi dell’apprendimento, per prevenire la dispersione scolastica, etc.). Gli interventi possono essere progettati dopo aver effettuato un’analisi dei bisogni.

PROGETTI PER RISPONDERE ALL’IMPATTO PSICOLOGICO DELLA PANDEMIA

Progetto di intervento di supporto psicologico rivolto a studenti, docenti e genitori per rispondere, appunto, a traumi e disagi derivanti dall’emergenza covid 19 e per prevenire l’insorgenza di forme di disagio e/o malessere.

INTERVENTI DI PSICOLOGIA SCOLASTICA

Se sei un Dirigente di un istituto scolastico di qualsiasi ordine o grado oppure di una scuola primaria o secondaria privata o paritaria, puoi richiedere l’attivazione di uno dei servizi di Psicologia Scolastica summenzionati. Dopo aver effettuato la richiesta verrai ricontattato dalla d.ssa Pasqualina Nappo nel più breve tempo possibile per valutare la fattibilità dell’intervento.

L’intervento di Parent Training in breve:

PARTENT TRAINING (SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA’)

Le sedute si svolgono con i genitori in assenza dei bambini (solo successivamente si decide se osservare/incontrare il bambino), a cadenza settimanale e poi quindicinale, e hanno lo scopo di sostenere e promuovere le competenze genitoriali per la risoluzione del problema portato, in tempi brevi. Le sedute sono tese a effettuare una definizione del problema, le tentate soluzioni, le risorse genitoriali e del bambino precedentemente attivate o potenziali, gli obiettivi dell’intervento, le potenziali soluzioni, attraverso il dialogo strategico, l’anamnesi, l’osservazione, la somministrazione di test e questionari, i diari psicologici e tutto quello che strategicamente può essere scelto perchè utile.

PARENT TRAINING (SOSTEGNO GENITORIALE)

Se sei un genitore che ha necessità di ricevere sostegno per affrontare un problema o aumentare le sue competenze genitoriali, richiedi una consulenza. Dopo aver effettuato la richiesta verrai ricontattato dalla d.ssa Pasqualina Nappo nel più breve tempo possibile per valutare la fattibilità dell’intervento.